Esperanta Biblioteko
Paperoj
ŝanĝi lingvon

   

Biblioteko
Biblioteko Massa
Rimedoj
Fotoj
Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie. Leggi la Cookie Policy

Esperanta Biblioteko

Visite: 1417

La particolarità di questa La  Biblioteca Nazionale di Esperanto (Esperante Nacia Biblioteko de  Esperanto) estas la plej granda biblioteko en Italio kiu temas pri  beletraj verkoj en la lingvo esperanto aŭ pri tiu lingvo; ĝia sidejo  estas en Massa, en Toskanio.biblioteca consiste nell'essere nata, e nell'essersi successivamente sviluppata, non, per come comunemente succede, per il volere di una Amministrazione Pubblica o di un donatore privato, bensì con il contributo, iniziato oltre mezzo secolo fa, e proseguito fino ai giorni nostri, di decine e centinaia di persone; tantissimi hanno voluto questa Biblioteca, donando a tal fine, secondo le proprie possibilità, chi due o tre, chi dieci, quindici libri alla Federazione Esperantista Italiana.

In assoluto è l'unica biblioteca in Italia e una delle più importanti al mondo, dedicata alle opere letterarie in lingua esperanto, la biblioteca fu fondata nel 1972 ed attualmente, collocata all’interno dell’Archivio di Stato. L’Archivio di Stato di Massa, diretto da Olga Raffo, fu fondato con Regio Decreto del 13 febbraio 1887, n. 4341. Ebbe come nucleo originario l’archivio dei duchi Cybo Malaspina, a cui furono aggiunti archivi governativi del periodo napoleonico e della Restaurazione, archivi giudiziari, atti notarili, e la documentazione della prefettura.

Furono poi acquisiti anche archivi di comuni, di vari enti e di privati. Nell’istituzione è confluita pure la documentazione riguardante la Garfagnana, che oggi è in provincia di Lucca, ma che fu a lungo dominio degli Estensi, che avevano in Massa l’archivio governativo. Altre carte riguardano Sarzana, oggi in Liguria.

Primo direttore dell’Archivio fu lo storico Giovanni Sforza (Montignoso, 1846 - ivi, 1922), il maggior studioso che quella parte della Toscana abbia mai avuto. Non sono purtroppo in molti a sapere dell’esistenza, presso tale Archivio, della Biblioteca nazionale e archivio di Esperanto, appartenente alla Federazione esperantisti italiani, ed istituzione culturale di caratura internazionale, di primaria importanza nello specifico settore.{jcomments on}