Giordano Azzi
Giordano Azzi

Giordano Azzi nasce a Como il 6 marzo 1910. Ebbe molti importanti incarichi professionali: direttore della S.T.E.C.A.V. , della Navigazione Lago di Como, delle Ferrovie Nord Milano,fu al vertice di importanti sodalizi come la Famiglia Comasca, l'Acàrya,  l'Istituto per  la Storia del Movimento di Liberazione, del Rotary, del Circolo Esperantista.  L'esperanto fu un amore nato da ragazzo e destinato a durare per tutta la vita:  credeva in quella lingua universale che considerava un ponte tra i popoli.  Nel 1952 Giordano Azzi fu addirittura invitato alla televisione svedese a parlare delle sue traduzioni in esperanto delle liriche di Giovanni Pascoli. Giordano Azzi è stato poeta in lingua e in dialetto.  Sue liriche sono reperibili nei tre volumi delle antologie "Voci e immagini poetiche lariane" 1 , 2 e 3 . Citiamo anche un suo libro in dialetto comasco "Sunett per mi e i alter" , inoltre fu autore di saggi, lezioni, traduzioni.  Fu costantemente attivo nel mondo del lavoro, dello studio, della cultura e del sociale accanto all'universo degli affetti familiari: la moglie Carla e le figlie Magda e Raffaella. Per il suo impegno politico e culturale ottenne il riconoscimento cittadino dell' "Abbondino d'oro" nel 1987. E mancato il 1° luglio 2002, aveva da poco compiuto 92 anni.

 

Giordano Azzi ha realizzato 
Itala Antologio
Poemoj